Check up batterie auto in estate: i nostri consigli per evitare l’auto scarica
26 Lug 2022

Check up batterie auto in estate: i nostri consigli per evitare l’auto scarica

Dopo la primavera e i nostri consigli per preparare l’auto alla fine dell’inverno e all’inizio della stagione calda, ci teniamo a sottolineare che anche nel passaggio tra primavera ed estate c’è qualcosa nella componentistica della vostra automobile che necessita di cura e controllo: la batteria!

Ecco i nostri consigli per non avere mai l’auto scarica nei mesi più caldi.

La batteria dell’auto soffre la temperatura

Gli sbalzi di temperatura tipici invernali tra giorno e notte possono aver messo la batteria della vostra automobile in seria difficoltà. Ma quello che c’è da sapere e molto meno di conoscenza popolare è che la batteria soffre anche le alte temperature e ha bisogno di manutenzione anche d’estate.

Infatti, gli elementi interni delle batterie da 12V tipiche di ogni autoveicolo sono messi a dura prova dal freddo tanto quanto dal caldo e delle temperature estive.

La manutenzione delle batterie d’estate è importante per evitare problemi non tanto nei mesi più caldi, ma per evitare conseguenze d’inverno quando i danni causati d’estate non permetteranno alla vostra auto di avere a diposizione energia a sufficienza per alimentare luci, riscaldamento e quant’altro, risultando nella classica mattina invernale in cui si sta facendo tardi al lavoro e l’auto non ne vuole sapere di andare in moto.

Ecco di seguito la nostra semplice guida per preservare la batteria della vostra auto tramite una manutenzione mirata della batteria d’estate.

Come allungare il ciclo di vita della batteria auto

Le batterie delle automobili funzionano tramite una reazione elettrochimica. Questa reazione è quella che è soggetta a problemi con il freddo, il caldo e, soprattutto, con gli sbalzi termici. In generale, maggiore e la temperatura esterna, maggiore è la velocità con cui avviene la reazione elettrochimica che fa funzionare il tutto.

Ma questa maggiore velocità non fa altro che andare anche a velocizzare il ciclo di vita della batteria portando più velocemente ad avere un’auto scarica. C’è da tenere bene a mente che tutte le batterie si scaricano da sole durante il loro ciclo operativo di vita, lentamente è vero, ma comunque si scaricano.

Più l’utilizzo è elevato e più si scaricano anche se con la stessa velocità a parità di temperatura. Ecco perché più fa caldo, più il ciclo di vita di una batteria sarà breve. Ed ecco perché, dopo l’estate, i problemi nascono d’inverno quando la batteria può essere arrivata a tutti gli effetti a fine ciclo vita.

La soluzione principale per la manutenzione della batteria d’estate consiste nell’avere una serie di ricariche frequenti ed efficienti, tanto più consistenti quanto più le pause tra un utilizzo e l’altro sono ampie.

In media, ogni incremento di 10 gradi di temperatura, raddoppia la velocità di scaricamento della batteria. Immaginate il problema, quindi, d’estate con alte temperature all’esterno e il motore che, dentro il cofano, genera ancora più calore.

La batteria non sarà certo nelle condizioni migliori per mantenere la carica a lungo. A tutto ciò bisogna sommare un processo negativo naturale che avviene all’interno delle batterie in ogni circostanza di temperatura: la corrosione della griglia che porta come conseguenza ad un aumento della resistenza interna e a una riduzione graduale del conduttore dell’accumulatore di tensione.

Le prestazioni della batteria ne risentono ulteriormente e le alte temperature non aiutano a rallentare questo processo. Questo processo è irreversibile e la naturale conseguenza delle reazioni elettrochimiche che avvengono internamente. Vediamo allora insieme come limitare queste problematiche con una manutenzione mirata della batteria d’estate per la vostra amata automobile. 

Testare e pulire la batteria auto

Effettuate regolarmente dei test con il vostro meccanico di fiducia. Si tratta di un semplice e rapido processo che si effettua tramite un tester che qualunque meccanico ha a disposizione. Misura la capacità residua della batteria e vi permette di stimarne la durata oltre che capire se la batteria necessita di una ricarica o meno.

Normalmente, parte di questo processo in officina prevede la pulizia della batteria che è un’altra pratica molto valida per aumentarne la durata durante i mesi estivi. Infatti, il calore e il passare del tempo possono portare alla corrosione dei terminali esterni della batteria. Se questi due passaggi sono corrosi e, quindi, sporchi il trasferimento di corrente tra i due poli diventa più difficile e può causare problemi a lungo termine.

Il fresco aiuta a mantenere le performance della batteria

Nessuno si aspetta che smontiate la batteria dell’auto per metterla in freezer d’estate ovviamente! Quando si può parcheggiare il vostro veicolo in un punto arieggiato o all’ombra, se non direttamente in garage (se ne disponete) è sempre consigliabile farlo.

Infatti, soprattutto nelle ore più calde della giornata, le temperature interne della batteria saliranno notevolmente rendendole pronte per avere reazioni elettrochimiche più rapide e, quindi, facendola scaricare più velocemente, non appena verrà messa in funzione.

A ogni liquido il suo livello

Controllare i liquidi di tutto il motore è sempre un’ottima pratica non solo per la manutenzione della batteria d’estate, ma anche per garantire la corretta operatività a tutto l’impianto a del motore endotermico. Inoltre, per chi utilizza un veicolo con batterie a piombo acido è una buona idea controllare periodicamente che il livello di questo semplice e diffuso elettrolita nelle diverse celle della batteria corretto.

Un piccolo trucchetto per evitare di maneggiare elettroliti acidi e risparmiare, allungando allo stesso tempo la durata del vostro accumulatore al piombo, è quello di rabboccare il livello dell’acido nella batteria con acqua distillata. Rapido, sicuro ed efficace per i mesi estivi.

Non sottovalutate la semplice ricarica della batteria auto

La ricarica regolare e periodica della batteria non è da sottovalutare. Infatti, benché sia una pratica non creativa, né nuova le batterie non dovrebbero mai essere lasciate scaricare perché, come detto, il processo di ricarica non riporta mai le performance di questo componente al 100% trattandosi di un degrado non reversibile di molte delle sue componenti.

Pertanto, un utilizzo frequente della vostra autovettura aiuta la naturale ricarica della batteria durante l’utilizzo, soprattutto se i tragitti percorsi non sono troppo brevi. Nel caso non siate il genere di persona che utilizza spesso l’auto per lunghe tratte o, semplicemente, non ne necessita, il consiglio è acquistare un semplice mantenitore di carica da tenere costantemente attaccato ai poli della vostra batteria, d’estate e d’inverno.

La paura dell’auto scarica dovrebbe ormai essere acqua passata dopo aver letto questa semplice guida, ma nel caso non lo fosse, i nostri concessionari autorizzati sono sempre felici di guidarvi dettagliatamente attraverso le migliori abitudini per la manutenzione della batteria auto d’estate…e, perché no, anche d’inverno!

Tags

#, #, #, #, #, #